Psicologia Cognitiva

dott. Paolo Iervese

Benvenuto

Benvenuto nel portale di Psicologia Cognitiva a cura del dott. Paolo Iervese.

psicologia puzzle

L’approccio terapeutico proposto in questo sito è quello della psicologia cognitiva a indirizzo post-razionalista (costruttivismo). Il costruttivismo, per come è stato sviluppato da Vittorio Guidano e dalla scuola italiana che ne ha seguito le orme, punta a ricostruire  insieme al paziente lo stile relazionale che egli adotta con familiari, partner sentimentali, amici, colleghi di lavoro. La scommessa del cognitivismo costruttivista sta nel ritenere che a una maggior consapevolezza circa le emozioni di base e i sentimenti che il paziente sperimenta nell’immediatezza delle relazioni (rabbia, vergogna, solitudine, inadeguatezza), emozioni e sentimenti che vengono vissuti e analizzati nella relazione terapeutica, possa corrispondere una diminuzione del dolore e dei vissuti negativi e perturbanti.Durante il percorso terapeutico, dunque, il paziente ha la possibilità di mettere in discussione le modalità rigide di attribuzione di significato alle intenzioni e ai gesti altrui, sperimentando una maggiore flessibilità introspettiva e relazionale.

Lo psicologo costruttivista non pretende di interpretare i vissuti del paziente, non si pone come una sorta di “mago” che legge nella mente; stando “un passo indietro al paziente” il terapeuta partecipa della costruzione di significati che hanno a che fare con il modo in cui il paziente vive le proprie esperienze di relazione con altri significativi. Impegnata cooperativamente nella ricerca delle modalità ripetitive (invarianti) che caratterizzano la personalità del paziente, la coppia terapeutica sviluppa un’alleanza nella quale il paziente è l’esperto della propria mente e dei propri vissuti e il terapeuta è l’esperto di metodologie e tecniche metacognitive (di autoanalisi).